La compassione come medicina: sostiene la guarigione e aiuta chi cura

“Una delle qualità fondamentali di chi lavora nelle professioni sanitarie è aver a cuore l’umanità”, scriveva nel 1927 Francis Weld Peabody, docente alla Harvard University, “perché il segreto della cura del paziente è aver a cuore il paziente”[i]. Aver a cuore il paziente significa essere in grado di accogliere la sua sofferenza, sentirla risuonare in sé emotivamente e… Read More »

Linguaggio, autocontrollo e disturbi del comportamento

La capacità di regolare e controllare volontariamente le proprie emozioni, i desideri, il comportamento, il modo in cui la nostra mente si rivolge al mondo, orienta l’attenzione, sostiene un ragionamento, prende una decisione o produce, gestisce, lascia spazio o reprime oppure subisce pensieri ruminazioni, ricordi i suoi contenuti è uno dei principali aspetti delle cosiddette funzioni esecutive. Attività… Read More »

Insegnare il piacere per prevenire l’uso di droghe

L’adolescenza è un periodo critico della crescita perché correlato a delicate fasi del neurosviluppo. A fronte di un apparato cerebrale emotivo-impulsivo perfettamente funzionante e assai sensibile al piacere e alla gratificazione, vi è ancora una marcata immaturità delle strutture della corteccia prefrontale deputate al controllo degli impulsi, alla programmazione delle azioni, alla posticipazione della ricompensa: tutte quelle funzioni… Read More »

Aiutaci ad allargare il cerchio, collabora con Psicoattivo

Psicoattivo è un portale e una pagina facebook in cui si discute di dipendenze e uso di sostanze attraverso un approccio multidisciplinare e integrato. In particolare Psicoattivo tenta di usare la storia, i concetti e le teorie elaborati dalle scienze cognitive, dalla filosofia e della neuroetica per comprendere in modo più articolato la complessità e le molte nature… Read More »

Videogame, giochi digitali e online, la dipendenza da gioco come disturbo mentale e la definizione delle nuove dipendenze comportamentali. Forse è tempo di cambiare gioco.

Il 18 luglio scorso l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha pubblicato l’undicesima revisione della classificazione internazionale delle malattie (International Classification of Disease – ICD-11). Come già preannunciato, in questa nuova classificazione l’OMS ha incluso il “gaming disorder”, il disturbo da gioco, tra le dipendenze comportamentali. In questo modo l’OMS comunica ufficialmente agli stati membri delle Nazioni Unite che… Read More »

Abitudini e dipendenze. Esiste un’associazione?

Sebbene spesso vituperate e talora giustamente considerate ostacolo al cambiamento, le abitudini sono in realtà un formidabile strumento di adattamento. Le abitudini sono schemi appresi di risposta a stimoli o situazioni ambientali che si presentano frequentemente, ovvero anche azioni strumentali deliberate che diventano automatiche e talora inconsapevoli in virtù di un numero sufficiente di ripetizioni. In entrambi i… Read More »

Giovani donne, sole, narcisiste e con bassa autostima. È il profilo più a rischio per la dipendenza da social media?

Negli ultimi anni sta generando allarme la diffusione esponenziale di modalità improprie di utilizzo di internet e dei social media – come facebook, twitter, instagram -, che ne sono almeno in parte un sottoinsieme. C’è una crescente preoccupazione ad esempio per il crescente uso per la divulgazione di notizie false, credenze antiscientifiche, ovvero per la manipolazione di fasce… Read More »