Droghe di guerra

Fin dall’alba della civiltà, gli uomini hanno impiegato tempo, risorse materiali, finanziarie e intellettuali in quantità straordinarie e modi dissennati per mettere a punto armi, mezzi e strategie di annientamento del nemico in guerra. Non è un caso infatti che le acquisizioni del progresso scientifico e tecnologico hanno spesso trovato un utilizzo bellico prima che civile. Col procedere… Read More »

Stefano Canali

Test neuropsicologici per lo studio dei processi cognitivi

Il post descrive sinteticamente alcuni dei test neuropsicologici più usati per valutare alcune delle funzioni, in questo caso soprattutto le funzioni esecutive (attenzione, controlli inibitori, capacità di pianificazione, flessibilità cognitiva, memoria di lavoro), più interessate dall’azione delle droghe e delle sostanze psicoattive. Si veda ad esempio il post sulla cocaina e le funzioni esecutive. Controlled Oral Word Association Test… Read More »

Stefano Canali

Cocaina e sviluppo delle funzioni cognitive

Periodo di transizione tra l’infanzia e l’età adulta, l’adolescenza è una fase durante la quale avvengono importanti processi di maturazione del sistema nervoso, soprattutto a livello della corteccia prefrontale [1]. Ultima area cerebrale a completare il percorso di sviluppo, la corteccia prefrontale è implicata in tutti quei processi cognitivi che più caratterizzano la maturità rispetto all’età evolutiva: autoregolazione,… Read More »

Stefano Canali

La dipendenza come patologia del linguaggio

Nella ricerca, e ancor di più nella pratica clinica, il linguaggio utilizzato costituisce un’impalcatura cognitiva e una prospettiva che dà forma ai ragionamenti, alle ipotesi, ai giudizi e alla concreta azione terapeutica. Nel dominio della ricerca e della clinica del comportamento, il lessico scientifico e medico, significati, parole, retorica, hanno un impatto formidabile sul modo in cui un… Read More »

Stefano Canali

Come si costruisce una dipendenza patologica. Determinanti nella vulnerabilità al disturbo da uso di sostanze in età evolutiva

La conoscenza dei fattori che concorrono a determinare la vulnerabilità, il rischio di sviluppare un rapporto problematico con sostanze psicoattive legali e droghe illecite è un elemento fondamentale nella clinica e soprattutto nella prevenzione dei comportamenti d’abuso e delle dipendenze. Come per ogni altri disturbo somatico e comportamentale i determinati della vulnerabilità e del rischio di ammalarsi sono… Read More »

Stefano Canali

Preistoria delle terapie psichedeliche. Il caso dell’LSD: 1949-1961

Dalla fine degli anni ’90, la ricerca in clinica psichiatrica sta manifestando un crescente interesse per le possibili terapie psichedeliche, cioè per l’utilizzo delle sostanze psichedeliche, allucinogene, nel trattamento dei disturbi mentali. Per una trattazione estensiva di queste nuove ricerche si veda la recente review di Albert Garcia-Romeu, Brennan Kersgaard e Peter H. Addy[1]. Facciamo di seguito solo alcuni… Read More »

Stefano Canali

Un male morale, psicologico o sociale? Cantare la complessità dell’idea del consumo problematico di droghe. “Gee Officer Krupke” nel film West Side Story

A dispetto degli straordinari avanzamenti della ricerca, la spiegazione dell’abuso di droghe e delle dipendenze, come in generale di tutti i disturbi del comportamento, continua a restare problematica, confusa e talora contraddittoria. Ciò è soprattutto dovuto alla intrinseca complessità di questi comportamenti, alla complessità del comportamento umano, che impone una necessaria pluralità di punti di vista e di… Read More »

Stefano Canali