Tag Archives: volontà

Automi, zombie o persone responsabili? Quanto è libera la volontà nelle dipendenze?

Secondo la prospettiva biomedica ortodossa la dipendenza è un disturbo cronico e recidivante, cioè una malattia da cui tendenzialmente non si guarisce e caratterizzata da numerose ricadute. Ciò accade, sempre secondo il modello biomedico di spiegazione, perché l’uso reiterato delle droghe compromette i meccanismi cerebrali e psicologici attraverso cui si esercitano i processi decisionali, il libero arbitrio. Così… Read More »

Dimmi cosa pensi della dipendenza e ti dirò se guarirai. Le credenze sulle dipendenze e i loro effetti sull’autocontrollo

Nel mondo delle professioni sanitarie, in particolare nel settore dell’intervento sulle dipendenze, è largamente diffusa l’idea che la dipendenza sia una malattia del cervello indotta nel tempo dell’uso reiterato di droghe che compromette il controllo volontario del consumo delle sostanze stesse[i]. Questa prospettiva è stata di riflesso ampiamente diffusa al pubblico, che sembra averne incorporato gli aspetti principali.… Read More »

Fumo perché voglio. Dipendenza da nicotina e controllo volontario del consumo di tabacco

Il gesto di accendersi una sigaretta è un comportamento volontario? Rimane tale anche per quelle persone che presentano un tipo di consumo inquadrabile nella ‘dipendenza da nicotina’?  Perché le persone continuano a fumare sigarette pur sapendo che quel comportamento comporta gravi rischi per la salute e possiede elevati costi economici e ormai anche sociali? Sono liberi di decidere… Read More »

Intenzionalità, volontà e libertà nelle dipendenze

Il fenomeno della dipendenza presenta moltissimi aspetti spinosi, di difficile definizione. Alcuni di questi aspetti sono di natura prettamente empirica, e riguardano prevalentemente i correlati biologici della dipendenza o le dinamiche e i fattori psicosociali che concorrono a determinare l’uso problematico delle sostanze psicoattive. Altri sono invece di natura più strettamente concettuale, riguardano cioè il modo in cui… Read More »

Creatività, volontà e sostanze psicoattive

Nel 1822, Thomas De Quincey per primo tratteggiava un aspetto fondamentale di un topos della riflessioni tra droghe e creatività: la compromissione della volontà e della capacità di creare legate all’uso delle sostanze psicotrope. Nelle Confessioni di un mangiatore d’oppio, una delle più lucide ed eleganti cronache di una tossicodipendenza mai raccontate, scriveva: «Il consumatore d’oppio non perde,… Read More »

Intenzioni, volontà, autocontrollo, mindfulness e trattamento delle dipendenze

Le intenzioni, l’esercizio costante della volontà, sono comunemente ritenuti fattori essenziali di un processo di cambiamento, come ad esempio la riabilitazione da una condizione di dipendenza. Questa concezione sembra tuttavia trascurare il fatto che una parte consistente dei processi che determinano il comportamento, specialmente le abitudini, non avvengono a livello cosciente, la dimensione su cui invece si realizzano… Read More »