Tag Archives: morfina

Storia del metadone prima del suo utilizzo nel trattamento sostitutivo delle dipendenze da oppioidi

Cinquanta anni fa, Vincent Dole e Marie Nyswander pubblicavano Heroin addiction – a metabolic disease[1] la prima riflessione teorica sulla sperimentazione del trattamento con metadone della dipendenza da eroina partita nel 1965 alla Rockefeller University a New York [2]. Si trattava del trial clinico durato circa tre anni che portava allo stesso tempo all’affermazione del primo trattamento farmacologico… Read More »

Morfina: dall’uso all’abuso

Il successo dell’accoppiata morfina-siringa era tale che su di essa cominciava a svilupparsi una terapeutica dalla casistica praticamente sterminata. La morfina non era soltanto un rimedio alle patologie organiche, ma diventava anche un farmaco per le malattie sociali. L’alcaloide dell’oppio doveva servire, secondo teorie mediche accreditate nella seconda metà dell’Ottocento, a sconfiggere la piaga dell’alcolismo e a risolvere… Read More »

I principi attivi dell’oppio e i suoi derivati semisintetici

Le indagini sulla chimica dell’oppio cominciavano agli inizi dell’Ottocento. Nel 1804, Armand Séquin isolava per la prima volta il costituente fondamentale di tale droga, chiamandolo morfina, in onore a Morfeo, dio greco del sonno e dei sogni. Un anno più tardi Wilhelm Setürner, un giovane speziale tedesco di soli vent’anni metteva a punto un efficace metodo di isolamento… Read More »

Cos’è l’oppio

L’oppio è il succo lattiginoso estratto per incisione dalle capsule non mature del Papaver somniferum album (papavero sonnifero) e poi condensato all’aria. Il nome “oppio” deriva dal termine greco opos: succo. La pianta raggiunge un massimo di 1,20-1,30 metri, ha fiori a quattro petali. L’odore è forte, simile a quello dell’ammoniaca o dell’urina fermentata. Il sapore è amaro. Il… Read More »

Oppioidi

(Eroina, morfina) Effetti ricercati: euforia, attenuazione dell’ansia, calma, benessere. Meccanismi d’azione: Gli oppiodi si legano ai recettori per le endorfine, gli oppioidi endogeni prodotti dal cervello, e ne attivano le funzioni inibitorie. Gli oppioidi stimolano l’attività della dopamina nel sistema limbico, in particolare del nucleus accumbens, producendo così la gratificazione, il piacere legato alla loro assunzione. Effetti avversi… Read More »

Dall’oppio all’eroina. Storia degli oppioidi

Indizi archeologici suggeriscono che il papavero fosse usato dagli assiro-babilonesi come pianta medicinale già nel 2.700 a.C. Nel papiro di Ebers, scritto egizio di ricette e preparati curativi, si trova invece un medicamento che mette il fuga il pianto dei bambini a base di capsule di “mehes”, con tutta probabilità capsule di papavero. Nelle civiltà greca e romana… Read More »