Tag Archives: dopamina

Fattori di rischio per il gioco d’azzardo patologico

In modo non privo di controversie e forzature teoriche, la dipendenza senza sostanze sembra essere diventata la nuova frontiera della psicopatologia moderna. Il cibo, il sesso, il lavoro, gli acquisti, internet, i social media, la televisione e il gioco d’azzardo sono comportamenti socialmente accettati e rischiano di diventare elementi che agevolano la comparsa di dipendenza attraverso un duplice… Read More »

Sistemi multipli della memoria e dipendenze

La dipendenza come disturbo dell’apprendimento e della memoria Nell’ultima decina di anni, l’idea della dipendenza come disturbo dell’apprendimento e della memoria (per questa teoria si veda il post specifico già pubblicato) ha guadagnato un crescente credito nella comunità scientifica [a]. Questa concezione in particolare ha aperto nuove promettenti prospettive alla ricerca sui processi attraverso cui il consumo occasionale e… Read More »

Fattori neuropsicologici associati al consumo problematico di sostanze psicoattive e dipendenze

L’uso di sostanze tra i ragazzi resta molto diffuso. La prevalenza di questo comportamento a rischio negli adolescenti è stata confermata anche dall’ultimo rapporto del progetto Espad (European School Survey Project on Alcohol and other Drugs), che ha coinvolto 35 Paesi europei e un totale di 96.043 studenti[1]. Circa l’80% dei ragazzi ha provato l’alcol e oltre la… Read More »

Piacere, apprendimento, dipendenze

Il tema del piacere è uno degli aspetti più centrali e ricorrenti nei discorsi sull’uso di sostanze e le dipendenze. Questo tema tuttavia viene spesso evocato in modo moralistico, soprattutto per caratterizzare la distanza etica, la devianza, di questo uso del piacere. Purtroppo, invece, nel dibattito pubblico scarso spazio viene riservato a quello che la ricerca sta portando… Read More »

La complessità dei livelli di spiegazione del comportamento: il caso delle dipendenze

Le dipendenze rappresentano forse il caso più paradigmatico per la rappresentazione della complessità e della circolarità causale dei livelli che determinano il comportamento umano, dalla dimensione molecolare a quella simbolica, attraverso il livello genetico, nervoso, fisiologico, motorio, comportamentale, ecologico, mentale, linguistico, sociale. Ho provato a discutere questa complessità tra gli altri in un convegno alla Sapienza. Qui sotto… Read More »

Dipendenze e narrazione

Il supporto sociale, le relazioni affettivamente dense anche nel contesto terapeutico, sono elementi cruciali nella motivazione al cambiamento, nella modificazione di abitudini indesiderate e nella riabilitazione in molti disturbi del comportamento, come le condizioni di dipendenza. Lo strumento principale con cui si realizzano le relazioni, il sostegno sociale e l’intervento nella cura è la parola, la comunicazione. Più… Read More »

La dipendenza come malattia del cervello

Il concetto della dipendenza come malattia cronica ad andamento recidivante (McLellan, 2000) e più precisamente come patologia del cervello (Wise, 2000) è diventato il riferimento teorico principale per la comprensione di questa condizione, a dispetto della molteplicità dei modelli di spiegazione fisiopatologica che sono stati proposti. Secondo questa idea l’uso prolungato di una sostanza determina precise trasformazioni nelle… Read More »