Tag Archives: dipendenze

Meditazione Vipassana e dipendenze

La meditazione Vipassana è una delle tecniche di meditazione più antiche, quella che lo stesso Gautama, il Buddha, praticò e insegnò oltre 2500 anni fa[1]. Vipassana è la radice originaria delle pratiche Mindfulness oggi sempre più diffuse, studiate e usate in clinica. Nell’antica lingua indiana Pali, la lingua in cui è stato scritto il canone buddhista Theravada, Vipassana… Read More »

Le pratiche meditative nella cura delle dipendenze. Il caso della Mindfulness

Al di là delle dimensioni epidemiche del fenomeno, che investe fette assai ampie della popolazione[1], uno degli aspetti più problematici dell’abuso di sostanze psicoattive e delle dipendenze è l’elevata incidenza delle recidive. Le persone dipendenti tendono infatti a ricadere spesso nell’uso durante un trattamento e anche dopo un percorso terapeutico che ha portato al recupero, alla remissione del… Read More »

La complessità dei livelli di spiegazione del comportamento: il caso delle dipendenze

Le dipendenze rappresentano forse il caso più paradigmatico per la rappresentazione della complessità e della circolarità causale dei livelli che determinano il comportamento umano, dalla dimensione molecolare a quella simbolica, attraverso il livello genetico, nervoso, fisiologico, motorio, comportamentale, ecologico, mentale, linguistico, sociale. Ho provato a discutere questa complessità tra gli altri in un convegno alla Sapienza. Qui sotto… Read More »

L’importanza delle parole e del linguaggio nel problema delle dipendenze

In ambito scientifico, il linguaggio e le parole utilizzati da professionisti e ricercatori per descrivere sintomi e caratteristiche di un dato disturbo rendono anche possibili le spiegazioni, la ricerca e le valutazioni mediche. Nella sua interazione con la lingua di uso comune, però, questo vocabolario concorre di fatto anche a permearsi e veicolare particolari norme sociali, influenzando l’atteggiamento nei confronti dei… Read More »

Il contraddittorio empirismo del DSM-5 e le dipendenze

L’approccio ateoretico e l’impianto meramente statistico del DSM-5 sono stati accusati di riflettere un atteggiamento di cieco empirismo. Non si tratta in questo caso di mettere in questione la validità dell’aderenza ai fatti e la necessità di raccogliere evidenze. L’accusa viene piuttosto mossa alla metodologia e alle procedure statistiche con cui i “fatti”, in questo caso disturbi mentali… Read More »

Le dipendenze come perdita del controllo volontario del comportamento. Il punto di vista delle scienze cognitive e possibili indicazioni terapeutiche. Conferenza SITD

Le dipendenze come perdita del controllo volontario del comportamento analizzate alla luce dei contributi delle scienze cognitive e della neuroetica, in una presentazione multimediale usata al convegno della Società Italiana Tossicodipendenze a Gela il 10 giugno 2016. Vengono illustrati i meccanismi del controllo volontario del comportamento. La teorie dei sistemi neurocomportamentali per le decisioni. La vulnerabilità di questi… Read More »

Intenzioni, volontà, autocontrollo, mindfulness e trattamento delle dipendenze

Le intenzioni, l’esercizio costante della volontà, sono comunemente ritenuti fattori essenziali di un processo di cambiamento, come ad esempio la riabilitazione da una condizione di dipendenza. Questa concezione sembra tuttavia trascurare il fatto che una parte consistente dei processi che determinano il comportamento, specialmente le abitudini, non avvengono a livello cosciente, la dimensione su cui invece si realizzano… Read More »