Tag Archives: controllo volontario

Intenzionalità, volontà e libertà nelle dipendenze

Il fenomeno della dipendenza presenta moltissimi aspetti spinosi, di difficile definizione. Alcuni di questi aspetti sono di natura prettamente empirica, e riguardano prevalentemente i correlati biologici della dipendenza o le dinamiche e i fattori psicosociali che concorrono a determinare l’uso problematico delle sostanze psicoattive. Altri sono invece di natura più strettamente concettuale, riguardano cioè il modo in cui… Read More »

Intenzioni, dipendenze e abitudini

Nell’Etica Nicomachea Aristotele aveva osservato che un individuo plasma la sua concreta dimensione etica ripetendo le sue azioni, cioè attraverso le abitudini, non con le intenzioni. Più precisamente, secondo Aristotele, il modo in cui un individuo all’atto pratico decide e agisce nel suo ambiente, controlla le sue emozioni, regola i suoi desideri e i suoi appetiti, diventa o… Read More »

La dipendenza come malattia cronica del cervello?

Tra i vari disturbi del sistema nervoso che stanno oggi sollecitando la ricerca di base, le dipendenze costituiscono senza dubbio uno dei casi di studio più interessanti, per diverse ragioni. Una importante tra queste è che le dipendenze rappresentano il disturbo del comportamento per il quale è disponibile la maggiore quantità di dati sperimentali, dalla ricerca molecolare, genetica… Read More »

Uno, due, molti. Sostanze psicoattive, tempi e agenti della mente

La nuova idea della dipendenza come disturbo del controllo cognitivo e volontario del comportamento implica temi biomedici, etici ed epistemologici assai intricati. Temi che sarebbe doveroso affrontare in modo critico e analitico per capire meglio la condizione di chi vive questa condizione e così affrontarla più efficacemente in clinica e nella prevenzione. Uno degli elementi che dovrebbero essere… Read More »

Dipendenze, controllo volontario del comportamento e la questione dell’autenticità dell’io

I più recenti sviluppi nella concettualizzazione delle dipendenze hanno portato all’affermazione dell’idea che questa condizione sia legata alla perdita del controllo volontario del comportamento rispetto alla sostanza (ad esempio, Leshner, 1997; Hyman, 2006 e 2007). Già di per sé il concetto di controllo volontario del comportamento è una nozione vaga e piuttosto controversa. Esistono molte diverse interpretazioni sul… Read More »