Ecstasy

By | 3 gennaio 2016

Ecstasy

(MDMA, Adam, X, XTC)

Effetti ricercati: sensazioni di aumento dell’energia, della resistenza alla fatica, delle capacità sensoriali, euforia; riduzione dei timori, delle difese e dell’ansia sociale, aumento della fiducia in sé e negli altri, empatia.

Durata degli effetti: 4-6 ore, se la sostanza è stata consumata nella notte in discoteca, con la cessazione degli effetti subentra una notevole stanchezza, il crash, che può portare ad addormentarsi all’improvviso mentre si guida.

Meccanismi d’azione: aumenta la concentrazione della serotonina a livello sinaptico, quindi aumento dell’attività nervosa mediata da questo neurotrasmettitore, da qui l’effetto empatogeno. Potenzia la trasmissione mediata dalla noradrenalina da qui il suo effetto psicostimolante.

Effetti avversi a breve termine: vasocostrizione con aumento della pressione arteriosa e del battito cardiaco, alterazione della vigilanza e del ritmo sonno/veglia con insonnia, disidratazione, aumento della temperatura corporea, contrazioni muscolari involontarie e riduzione della coordinazione motoria, abolizione della fame. Con dosi elevate, soprattutto in ambienti caldi e affollati come le discoteche, si può arrivare all’ipertermia maligna con febbre oltre i 42 gradi, che può determinare il decesso.

Effetti avversi a lungo termine: degenerazione dei centri e delle vie nervose serotoninergiche, depressione e forte irritabilità, indebolimento organico, stereotipie e tic, attacchi di panico, deficit cognitivi e psicosi paranoidee.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *