Sistemi multipli della memoria e dipendenze

La dipendenza come disturbo dell’apprendimento e della memoria Nell’ultima decina di anni, l’idea della dipendenza come disturbo dell’apprendimento e della memoria (per questa teoria si veda il post specifico già pubblicato) ha guadagnato un crescente credito nella comunità scientifica [a]. Questa concezione in particolare ha aperto nuove promettenti prospettive alla ricerca sui processi attraverso cui il consumo occasionale e… Read More »

Stefano Canali

Le sostanze psicoattive e il bisogno di trascendenza. Aldous Huxley e le porte della percezione

Aldous Huxley è stato uno degli scrittori e intellettuali più eclettici, originali e produttivi del XX secolo. Romanziere e saggista, laureato in lettere e anche in scienze naturali, Huxley si interessò anche di filosofia, filosofie orientali e misticismo. agli inizi degli anni Cinquanta, questi ultimi interessi lo spinsero a sperimentare le sostanze allucinogene, in particolare la mescalina, sotto la… Read More »

Stefano Canali

Stati di allucinazione. L’isolamento sensoriale e l’uso di sostanze psicoattive

Si ritiene comunemente che il consumo e l’abuso di sostanze psicoattive siano fenomeni caratteristici della società moderna e che le droghe vengano usate nel tentativo di risolvere, o di eludere i disagi e gli stress, ovvero anche gli stimoli al consumo della contemporaneità. Questa convinzione trova conforto nella attuale epidemica diffusione delle sostanze che modificano il funzionamento del… Read More »

Stefano Canali

La pillola che fa smettere di fumare

La nicotina, più di ogni altra sostanza d’abuso, coinvolge sistemi di neurotrasmissione, recettori che modulano diverse funzioni dei neuroni di differenti sistemi funzionali nel cervello e perfino circuiti neuroendocrini. Per questo la ricerca sui meccanismi della dipendenza da nicotina è così complessa e conseguentemente problematica e incerta la messa a punto di farmaci per il trattamento di questa… Read More »

Stefano Canali

Droghe di guerra

Fin dall’alba della civiltà, gli uomini hanno impiegato tempo, risorse materiali, finanziarie e intellettuali in quantità straordinarie e modi dissennati per mettere a punto armi, mezzi e strategie di annientamento del nemico in guerra. Non è un caso infatti che le acquisizioni del progresso scientifico e tecnologico hanno spesso trovato un utilizzo bellico prima che civile. Col procedere… Read More »

Stefano Canali

Test neuropsicologici per lo studio dei processi cognitivi

Il post descrive sinteticamente alcuni dei test neuropsicologici più usati per valutare alcune delle funzioni, in questo caso soprattutto le funzioni esecutive (attenzione, controlli inibitori, capacità di pianificazione, flessibilità cognitiva, memoria di lavoro), più interessate dall’azione delle droghe e delle sostanze psicoattive. Si veda ad esempio il post sulla cocaina e le funzioni esecutive. Controlled Oral Word Association Test… Read More »

Stefano Canali

Cocaina e sviluppo delle funzioni cognitive

Periodo di transizione tra l’infanzia e l’età adulta, l’adolescenza è una fase durante la quale avvengono importanti processi di maturazione del sistema nervoso, soprattutto a livello della corteccia prefrontale [1]. Ultima area cerebrale a completare il percorso di sviluppo, la corteccia prefrontale è implicata in tutti quei processi cognitivi che più caratterizzano la maturità rispetto all’età evolutiva: autoregolazione,… Read More »

Stefano Canali